Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Dom, Aprile 17, 2016
Esteri | da Metrofane Nocera

Regeni: Egitto apre su tabulati, le mosse di Londra

Regeni: Egitto apre su tabulati, le mosse di Londra

L'Italia ha intrapreso nei confronti dell'Egitto una serie di "misure che diano un segnale di insoddisfazione, misure che siano proporzionate, ma senza scatenare guerre mondiali perchè non di questo si tratta".

L'Egitto ha espresso la propria "irritazione per la tendenza politica" che l'Italia mostra ad avviso del ministro degli Esteri nella gestione del caso Regeni.

Pro Vercelli-Salernitana: le pagelle di CalcioWeb
La Salernitana sbanda e un minuto dopo è sempre Malonga a sfiorare la marcatura con un tiro da fuori area, uscito di poco al lato. Pro Vercelli (3-5-2): Pigliaccelli , Legati, Budel, Coly , Germano, Mustacchio, Scavone , Castiglia (15's.t.

"Le indagini investigative nel mondo si fanno molto spesso basandosi sui tabulati, sulle intercettazioni". È così dalle Alpi alle Piramidi.

Il rischio è che con il caso della morte di Giulio Regeni si arrivi ad una impasse simile. "Il richiamo dell'ambasciatore da parte dell'Italia è il primo passo, ora interrompano tutte le relazioni". "Questo ci siamo impegnati a fare e questo faremo", aveva ricordato Gentiloni in mattinata da Tokyo.

Al Napoli lo sconto non basta
Entro le 18 si conoscerà la sentenza della Corte d'Appello , davanti alla quale il Napoli ha presentato ricorso . E' il giorno tanto atteso dal Napoli e dai fantallenatori che hanno nelle proprie rose Gonzalo Higuain .

Intanto il comitato "Libertà e democrazia per l'Egitto" accusa Al Sisi di aver fatto sparire nel nulla almeno altri 50mila ragazzi egiziani che hanno fatto la stessa tragica fine del ricercatore friuliano, "Quello che è accaduto a Regeni, ha portato sotto gli occhi di tutti ciò che sta accadendo in Egitto - spiega Omar Jibril, vice presidente nazionale del comitato - chiediamo che la comunità internazionale intervenga con un embargo". "Rimaniamo in contatto con le autorità italiane e con quelle dell'Egitto, mentre i nostri pensieri vanno al signor Regeni e alla sua famiglia in questo tempo difficile", ha concluso. Se fosse stato bene, avrebbe condiviso anche lui la sorte dell'altro fuciliere di Marina (Salvatore Girone) e sarebbe stato costretto a non muoversi dall'India. Sulle prossime iniziative da adottare contro l'Egitto, il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, a Tokyo per partecipare al G7 degli Esteri di Hiroshima di domani e lunedì, dichiara che "ci lavoreremo nei prossimi giorni".

C'è, quindi, delusione per l'esito del vertice sul caso Regeni tra il procuratore della Repubblica di Roma Giuseppe Pignatone e il pm Sergio Colaiocco e la delegazione egiziana. Gli inquirenti italiani non hanno ricevuto nemmeno le registrazioni delle videocamere di sorveglianza fatte a Dokki, la zone in cui Giulio è sparito, non hanno ricevuto il verbale completo dell'autopsia e nemmeno i tabulati delle persone che avevano indicato gli investigatori italiani e che erano vicine al ricercatore. Una richiesta che però è sempre stata negata. Su eventuali ulteriori sanzioni, oltre all'inserimento nella black list, Casini indica anche "il blocco di nuovi accordi commerciali e economici". Ma sarebbe il proverbiale punto di non ritorno e comunque per un passaggio del genere sarebbe necessario un sostegno concreto dei partner europei, dal momento che misure unicamente bilaterali finirebbero per essere inefficaci e inutilmente autolesionistiche.

Apparirà una tartaruga gigante in piazza della Signoria
Dal 14 maggio una grande retrospettiva sarà dedicata all'artista belga a Forte Belvedere . Nardella: " Firenze all'avanguardia per l'arte contemporanea in spazi pubblici".

Ti piace questa: