Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Mar, Mag 03, 2016
Esteri | da Metrofane Nocera

Ucciso autista di un portavalori ad Alessandria: fermato un napoletano

Ucciso autista di un portavalori ad Alessandria: fermato un napoletano

Alessandria - L'autista di un furgone portavalori, che trasportava denaro raccolto dalle slot machine, è stato trovato morto dai carabinieri per un colpo di pistola alla testa in un boschetto tra le province di Alessandria e Vercelli. Dai primi accertamenti, la vittima sarebbe stata uccisa in un tentativo di rapina. L'uomo lavorava per la ditta alessandrina Ferrari Srl, operante nel settore del noleggio di apparecchi pubblici da gioco. Ieri sera, dopo la segnalazione arrivata dalla stessa ditta che da circa un'ora non aveva più ricevuto notizie del furgone Fiat Fiorino condotto dal dipendente, sono scattate le ricerche.

Mazzette dai clan per informazioni riservate, scoperti due carabinieri
Il gip ha inoltre disposto i domiciliari a Domenico De Martino , 68 anni, ritenuto essere l'intermediario. I tre gruppi camorristici sono attivi nella zona di Marano , soprattutto nel traffico di droga .

Sarebbe stato fermato dopo un breve inseguimento alla guida del portavalori. Il conducente del furgone è stato identificato in G. Recuperata la refurtiva di quasi 7.500 euro. La vittima che ha perso la vita nell'assalto a portavalori, invece, era originaria di Novi Ligure (provincia di Alessandria) e si chiamava Andrea Foglia. I carabinieri di Vercelli hanno trovato il cadavere, mentre del furgone non c'è stata nessuna traccia. I militari dell'Arma che indagano sul caso hanno interrogato il sospettato.

Lucio Presta rinuncia alla candidatura come sindaco di Cosenza
Non ci sarà il Nuovo centrodestra, che ha definitivamente scelto di continuare a sostenere la corsa di Enzo Paolini. Oliverio ha espresso il pieno alle forze di centro sinistra che con Guccione giocano una buona carta.

MotoGP: Dani Pedrosa, "Anche a Le Mans pneumatici fondamentali"
L'anno scorso, a causa di problemi all'anteriore, fu quarto dietro alla Ducati di Andrea Iannone. Vedremo se potremo applicare le informazioni raccolte a Le Mans .

Ti piace questa: