Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Gio, Marzo 23, 2017
Italia | da Zaira Scannapieco

Arrivano le nuove norme, ma i taxi confermano lo sciopero

Arrivano le nuove norme, ma i taxi confermano lo sciopero

I Ministeri stanno già lavorando alle proposte per il decreto legislativo, che potranno essere sottoposte al settore una volta definita la delega. "Prendiamo atto della buona volontà del governo di ripristinare il rispetto delle regole nel settore contrastando l'abusivismo ma non ci sono le garanzie per dare tranquillità alla categoria", spiega Alessandro Atzeni della Uiltrasporti.

Mercato Inter, l'acquisto top sarà uno tra Mertens e Di Maria
Il tecnico insieme ai suoi collaboratori ha già preparato una lista di nomi che farebbero comodo a lui e al futuro dell'Inter . Le ombre di Conte e Simeone ogni tanto riappaiono, ma Stefano Pioli sembra non vederle, e tira dritto.

Il concentramento sara' domani alle 10 in piazza del Colosseo per raggiungere poi piazza Madonna di Loreto, dove si svolgera' un'assemblea.

Napoli, Salvini: "Il centrodestra ha fallito" Duro l'attacco al sindaco De Magistris
Salvini , in un palacongressi gremito , ha rivendicato il dritto di parlare a Napoli , osteggiato dal sindaco De Magistris. Ce l'hanno già il loro pagliaccio, o in futuro voteranno per qualche De Luca, qualche Lauro, qualche De Laurentis.

Momenti di tensione comunque tra alcuni tassisti e i rappresentanti sindacali sullo sciopero al termine dell'incontro al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Ora i sindacati avranno dieci giorni per presentare le loro osservazioni: insomma, la discussione continua. Noi non condividiamo i toni ultimativi, ma la determinazione a pretendere dialogo e risposte di merito perché i problemi, per diventare soluzioni vanno discussi e non branditi come una minaccia... noi non condividiamo la paura ed il rifiuto della tecnologia (web e app nella Delega al Governo...), perché la consideriamo futuro e opportunità anche per il nostro lavoro e per il servizio taxi: "noi chiediamo regole certe e un quadro di legalità vigilato!". Lo sciopero è stato confermato dalle principali sigle di rappresentanza dei servizi Taxi come Unica Unica Cgil, Fit Cisl Taxi, Ugl Trasporti Taxi, Ugl Taxi, Federtaxi Cisal, Usb Taxi, Uti e Unimpresa. Per evitare "fenomeni distorsivi della concorrenza" le regioni "garantiscono la pianificazione dei servizi pubblici non di linea, tenendo conto delle reali esigenze del fabbisogno locale, ai fini del rilascio, da parte dei comuni" delle licenze per i taxi e delle autorizzazioni per gli Ncc. I veicoli adibiti al noleggio con conducente "devono stazionare, in attesa di servizio, soltanto all'interno dell'autorimessa". Il rientro in rimessa non è previsto nel caso in cui gli Ncc abbiano un pacchetto di prenotazioni. Per gli Ncc salta la necessità di tornare in garage anche "quando si riceve una nuova richiesta di servizio con destinazione il comune che ha rilasciato l'autorizzazione". Il registro è a cura del ministero e chiaramente è destinato a censire applicazioni come Uber e Mytaxi.

Germania, Schulz eletto presidente Spd col 100% dei voti
L'ex leader del Parlamento Europeo succede alla gestione, durata sette anni, di Sigmar Gabriel, nel frattempo diventato ministro degli Esteri tedesco.

Il taxi collettivo. I comuni o le città metropolitane "possono prevedere" che i titolari di licenza taxi "svolgano servizi integrativi quali il taxi ad uso collettivo o mediante altre forme di organizzazione del servizio".

Ti piace questa: