Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Ven, Marzo 24, 2017
Medicina | da Aldobrando Tartaglia

Gli italiani sono il popolo più in salute del mondo

Gli italiani sono il popolo più in salute del mondo

All'Italia i problemi non mancano: crescita economica al palo, disoccupazione a livelli altissimi, debito pubblico tra i più elevati rispetto alla sua economia, ma, sottolinea Bloomberg, gli italiani sono in forma più degli americani, canadesi e inglesi, che soffrono di pressione alta e colesterolo e hanno più problemi di salute mentale. A sorpresa la Penisola, nonostante la crisi e l'economia traballante, si aggiudica il titolo di Paese più sano al mondo, balzando in vetta al Bloomberg Global Health Index, primi su 163 Paesi in classifica con un punteggio di 93,11 su cento.

Mantenere un cervello giovane, il segreto è nella dieta Troppi zuccheri e troppi grassi possono portare a un invecchiamento precoce.

Stupri di gruppo durante le sedute spiritiche: tre arresti
L'uomo, attribuendosi poteri in campo esoterico, aveva convinto la ragazza di essere vittima di forti 'negatività' e di doversi sottoporre a riti di purificazione .

Secondo i dati della ricerca, infatti, un bimbo nato nel nostro Paese ha un'aspettativa di vita di almeno 80 anni, contro i 52 della Sierra Leone, che è occupa l'ultimo posto della classifica. A distanza anche il Giappone (7/mo), mentre gli Stati Uniti si collocano solo al 34/mo posto, con il poco invidiabile risultato di essere uno dei Paesi con la popolazione più 'pesantè, ovvero obesa, del mondo.

Gran parte del merito, ovviamente, è della celebre dieta mediterranea, composta da una grande varietà di alimenti tra pesce, carne, frutta e verdura. Come salute, secondo l'analisi, primeggiamo complice anche la dieta mediterranea.

Convegno con la Fedeli tafferugli alla Sapienza
Avete invitato il ministro Gelmini qui dentro", ha detto ad alta voce una ragazza criticando le politiche degli ultimi anni per quanto riguarda l'università.

Per ogni paese l'indice è stato classificato in base a variabili quali l'aspettativa di vita, le cause di decesso e i rischi per la salute che vanno dall'ipertensione all'uso del tabacco, dalla malnutrizione alla disponibilità di acqua potabile. "Proteggere il nostro Servizio sanitario nazionale, implementarlo e migliorarlo - ha avvertito il ministro - è un dovere". Ma anche questo sarà un criterio? È un valore, ha aggiunto, a cui "vanno educati nelle scuole i nuovi cittadini". Nella classifica dei Paesi 'più in salute', dopo l'Italia, figurano Islanda, Svizzera, Singapore, Australia. Parla infatti addirittura di "un eccesso di medici" Tom Kenyon, medico e amministratore delegato dell'organizzazione mondiale Project Hope, citato da Bloomberg che sottolinea come, non a caso, una delle serie televisive italiane più durature e di maggior successo è intitolata proprio Un medico in famiglia.

Jobs act, Gentiloni: al via i primi 30mila assegni di ricollocazione
L'assegno è spendibile presso i centri per l'impiego pubblici o privati accreditati nelle singole Regioni. Tutte le sedi operative verranno geo referenziate all'interno del Sistema Informatico Unitario.

Ti piace questa: