Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Dom, Aprile 02, 2017
Esteri | da Metrofane Nocera

Una frana ha ucciso più di 100 persone in Colombia

Una frana ha ucciso più di 100 persone in Colombia

Vittima della tragedia la cittadina di Mocoa, che conta 40mila abitanti, capoluogo della regione di Putumayo, al confine con l'Ecuador ed il Perù. Il presidente colombiano, Juan Manuel Santos, ha ordinato il dispiegamento delle forze armate per rispondere all'emergenza. L'obiettivo è "organizzare un piano d'azione di intesa con tutte le istituzioni per avviare il processo di aiuti umanitari, ma anche per celebrare i funerali e ripristinare i servizi sospesi". Le piogge, infatti, hanno causato lo straripamento dei fiumi che, a loro volta, hanno travolto le abitazioni causando morti e feriti. Secondo il quotidiano locale Caracol Radio, la situazione a Mocoa è "devastante".

Australia, arriva il ciclone Debbie: migliaia di persone evacuate dalle coste
Battelli spinti dal forte vento durante il transito del Ciclone Debbie sulle coste del Queensland . Sarebbero 38mila le abitazioni sprovviste di elettricità nel Whitsunday e a Mackay.

Il governo colombiano ha schierato a Mocoa 1.120 tra militari e agenti di polizia per soccorrere le persone travolte dallo tsunami di fango che ha distrutto la citta' e causato fino 154 vittime accertate.

NOLA. Sequestrato quasi 1 quintale di hashish. Arrestato 38enne di Nola
Le fiamme gialle stavano effettuando una serie di controlli quando hanno fermato un autoarticolato che trasportava arance dalla Spagna .

Le acque miste a fango e detriti hanno spazzato via alcuni villaggi, case con all'interno intere famiglie, ponti e automobili. Sul posto, ha sottolineato che il bilancio non è definitivo, mentre i soccorsi proseguono. Si cercano ancora 200 persone. Lo ha reso noto il direttore della Croce Rossa colombiana, Cesar Urena, citato dall'emittente RCn.

Arriva la scure di Trumpsui prodotti europeiPrevisti dazi punitivi
Un giro di vite che invece mira a colpire prodotti-simbolo dei Paesi Ue con l'obiettivo di per fare pressioni su Bruxelles. Nella black list figurano poi la San Pellegrino e la Perrier, acque del gruppo svizzero Nestlè , e i formaggi Roquefort .

Diversi leader della regione hanno espresso solidarietà con la popolazione di Putumayo attraverso i loro account Twitter.

Ti piace questa: