Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Dom, Aprile 23, 2017
Medicina | da Aldobrando Tartaglia

Vaccini, Consiglio di Stato: legittimo obbligo per accesso asilo

Vaccini, Consiglio di Stato: legittimo obbligo per accesso asilo

E' legittimo l'obbligo di vaccinazione introdotto dal Comune di Trieste per l'accesso ai servizi educativi comunali da 0 a 6 anni, dagli asili nido, alla scuola scuola materna, fino a spazi gioco e servizi integrativi, sperimentali e ricreativi. Roberto Gava è il Consiglio di Stato, che oggi ha definito pienamente legittimo l'obbligo di vaccinazione previsto quale requisito per l'accesso ai nidi e alle scuole dell'infanzia comunali e convenzionate.

Juventus-Barcellona: dieci cose, personaggi e sentimenti a cui Dybala somiglia
Trascinati da un Dybala in giornata di grazia, hanno così messo una seria ipoteca sul passaggio del turno. Tanti i tifosi della Juventus che cercano i biglietti della partita, ecco, siete sulla pagina giusta.

Le due famiglie ricorrenti contestavano la delibera sulla base del "principio di precauzione", perché non ritenevano di avere avuto una completa informazione sulle vaccinazioni, soprattutto sulla possibilità di poter sviluppare reazioni negative al siero.

Entella, Cassano apre ad un futuro in biancoceleste
Cassano non risparmia neppure una stoccata a Giampaolo: "Per Ferrero e Romei potevo allenarmi ancora con la Primavera". Cercava una mia reazione, e l'ha avuta. e l'ho pagata sulla mia pelle. "Non ho chiarito e ora non mi interessa farlo".

Il motivo? L'obbligo di vaccinazione, oltre ad essere coerente con il sistema normativo in materia sanitaria e con le attuali esigenze di profilassi (minore copertura vaccinale in Europa ed aumento dell'esposizione al contatto con soggetti provenienti da Paesi in cui sono presenti anche malattie scomparse in Europa), non si pone in conflitto con i principi di precauzione e proporzionalità. A dichiararlo è il Consiglio di Stato che questa mattina si è pronunciato, in sede cautelare, a favore della misura contestata da alcuni genitori della cittadina friulana. Riguardo al 'principio di precauzione' i giudici hanno sottolineato che in questo caso "opera a tutela della salute pubblica e in particolare della comunità in età prescolare, prevalendo sulle prerogative sottese alla responsabilità genitoriale".

Turchia: Osce, non rispettati standard
"Non vedremo o ascolteremo i rapporti che preparate con motivazioni politiche", ha detto dal canto suo Erdogan. Per allora, la Turchia avrà già prorogato lo stato d'emergenza varato dopo il fallito golpe del luglio scorso.

La delibera del Comune, approvata il 28 novembre scorso, prevede, per la formazione delle graduatorie del prossimo anno scolastico 2017/18, che i bambini siano stati sottoposti a vaccinazione antidifterica, antitetanica, antipoliomietica e antiepatite virale B. "Trieste ha dunque aperto un varco a tutela della salute pubblica attraverso un provvedimento che non impone null'altro se non il rispetto di una legge dello stato tuttora in vigore".

Ti piace questa: