Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Lun, Mag 22, 2017
Medicina | da Aldobrando Tartaglia

Vaccini. Il Governo approva il decreto che li rende obbligatori a scuola


La decisione è stata il frutto di una mediazione tra la proposta del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che aveva chiesto le vaccinazioni anche per gli iscritti alla scuola dell'obbligo, e altri ministri come quello dell'Istruzione, Valeria Fedeli, che avevano proposto le sanzioni e non l'obbligatorietà. "Per la scuola dell'obbligo la mancanza di documentazione sui vaccini produrrà da parte dell'autorità scolastica sanzioni dalle dieci alle trenta volte maggiori di quelle esistenti", ha spiegato il premier, Paolo Gentiloni. Ai 4 vaccini già obbligatori per legge, ossia quelli per la difterite, tetano, poliomelite ed epatite B, sono stati aggiunti quelli per morbillo, parotite, rosolia, pertosse ed Heamophilus B. Il testo toscano prevedeva che i genitori che rifiutavano le vaccinazioni raccomandate per i figli, per iscriverli alla materna avrebbero dovuto pagare una piccola sanzione che avrebbe finanziato corsi obbligatori pro-vaccini, destinati ai genitori stessi.

Lo ha deciso il Consiglio dei ministri di oggi, che ha dato via libera al decreto legge che introduce l'obbligatorietà della vaccinazioni per nidi e asili.

Amici 2017: ospiti, giudice ed eliminato della semifinale, puntata del 20 maggio
Subito dopo, qualcuno ha parlato di un rapporto speciale tra Federica e Michele Perniola, il primo eliminato del Serale . Mi fa piacere abbia intravisto sfumature della mia personalità e abbia cercato di lavorarle, per tirarle fuori.

Intanto c'è chi è pienamente d'accordo: "Io penso che ne valga la pena". Chi non risulterà vaccinato con le 12 prescrizioni previste non sarà ammesso al nido o all'asilo. L'obbligo di vaccinazione sarebbe esteso anche al personale sanitario. Nel percorso scolastico si interviene per verificare che la copertura sia avvenuta e laddove non lo sia stato per mettere in campo una serie di misure che siano piuttosto stringenti nei confronti della famiglia e mettano in sicurezza la comunità scolastica. L'iscrizione dell'alunno sarà garantita in ogni caso ma la mancata vaccinazione farà scattare la segnalazione all'azienda sanitaria di competenza.

Vediamo come funzionerà. Nel dettaglio, salgono a 12 i vaccini obbligatori cui i bambini dovranno essere sottoposti. Dai 6 ai 16 anni si dovrà presentare alla scuola il certificato di vaccinazione; in caso di iniezioni mancanti, il dirigente scolastico dovrà segnalarlo alla Asl, la quale stabilirà un tempo limite entro il quale si dovrà effettuare la vaccinazione.

"Trump pagato da Putin": l'audio shock che fa rischiare l'impeachment
E McCarthy oggi 18 maggio ha replicato su Twitter per smentire e smontare ogni accusa: "È stato un tentativo di umorismo andato male".

Il decreto estende l'obbligo dei vaccini (e relativi richiami) anche ai bambini dai 7 ai 16 anni, che frequentano elementari, medie e primi anni delle superiori. Durante la riunione è stato comunicato inoltre che il segretario Sonetti e alcuni membri della segreteria provinciale si sottoporranno a vaccino anti-meningite per dare un segnale forte sull'importanza e la necessità di vaccinarsi. Si parte, com'è naturale, dalla piena implementazione del Piano nazionale vaccinazioni: l'Italia è l'unico Paese occidentale a garantire un'offerta così ampia, e sottolineo gratuita, a partire dall'entrata in vigore dei nuoviLea. Se il mondo della scienza plaude, un giudizio negativo arriva dal presidente del Veneto Luca Zaia, che parla di "un decreto fumoso, evidentemente frutto di una mediazione", mentre il Codacons annuncia che impugnerà il provvedimento perchè "incostituzionale".

Sassuolo, Berardi: "Venire all'Inter? Ancora devo decidere, vedremo cosa succederà"
Confesso, l'esempio di Zaza un po' ha pesato: "ho contato i minuti che Simone aveva giocato lì e ho tirato il freno". Leggo che mi seguono, che nel loro progetto c'è la volontà di fare acquisti possibilmente italiani.

Ti piace questa: