Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Mar, Giugno 06, 2017
Finanza | da Norma Uva

Qatar, quattro paesi del Golfo tagliano i rapporti


Arabia Saudita, Egitto, Emirati Arabi e Bahrein hanno deciso di tagliare rapporti con il Qatar. Mentre tutti i Paesi che si sono allineati con Riad hanno anche annunciato la sospensione dei loro collegamenti marittimi e aerei con Doha.

La decisione dei quattro Stati arabi approfondisce ulteriormente la divisione tra i Paesi del Golfo per il presunto sostegno del Qatar ai gruppi islamici. Ankara e Doha, forti di questa comunanza, si propongono come un terzo polodi influenza oltre alle due potenze regionali: Iran e l'Arabia Saudita. Alcuni funzionati hanno detto che lo scopo è "proteggere la sua sicurezza nazionale dai pericoli del terrorismo e dell'estremismo". "Si interrompono i rapporti con Doha perché sostiene organizzazioni terroristiche, tra cui i Fratelli Musulmani". Sono quasi 80.000 gli studenti sauditi e membri della famiglia reale che sono attualmente negli Stati Uniti.

Zidane, con Juve finale speciale
Come motiva i suoi giocatori? "La motivazione si crea all'inizio della stagione, quando arrivi alla fine tutti devono averla". Abbiamo vinto la Liga, ci troviamo in un momento molto e buono e ci sentiamo preparati per questa partita.

Il Qatar ha reagito definendo 'ingiustificata' la rottura delle relazioni diplomatiche. Doha ancora non ha reagito.

L'Arabia Saudita, il Bahrein, l'Egitto e gli Emirati Arabi Uniti hanno tagliato i rapporti diplomatici con il Qatar, accusando l'emirato di compromettere la sicurezza dei suoi vicini e di finanziare il terrorismo.

Vasco al lavoro, via alle prove per il concerto dei record
Aggiornamenti anche sul fronte del park: trovati 46.000 posti auto. Niente navette, niente autobus, niente taxi . Tragitto che sarà percorribile solo a piedi.

Le ragioni della rottura sono però più profonde. L'Egitto ha chiuso lo spazio aereo e l'accesso ai porti. Poco prima la compagnia aerea degli Emirati, Ethiad Airways, aveva adottato una decisione analoga per quanto riguarda i voli verso il Qatar. Il Qatar, paese ricco di petrolio e gas, possiede il network panarabo Al Jazeera e ospiterà i mondiali di calcio nel 2022. Ed a sostegno di questa idea ricordano l'invito fatto dal segretario di Stato Usa, Rex Tillerson, ai Paesi del Golfo a "restare uniti e a risolvere le loro controversie". Una svolta per nulla gradita all'Arabia Saudita. I cittadini sauditi sono il secondo gruppo più numeroso degli stranieri che lottano con lo Stato Islamico, secondo i dati dei servizi segreti iracheni. E' stata decisa anche l'espulsione del Qatar dalla coalizione che sta attaccando lo Yemen. "La soluzione alle divergenze - si legge in una nota del Ministero degli Esteri di Teheran - è possibile solo attraverso strumenti politici e pacifici e con il confronto tra le parti". Non è un caso che la moschea nazionale del Qatar sia intitolata a Muhammad ibn Abd al-Wahhab e che gli sceicchi sauditi nei giorni scorsi abbiano rinnegato i legami di sangue tra la famiglia regnate qatarina e il teologo arabo nato nella regione del Najd, nell'odierna Arabia Saudita. Ma la questione più importante è che non eliminerà la minaccia del terrorismo jihadista contro gli americane.

Real Madrid, Zidane: "La Juve è sempre stata forte. Bale? Vedremo."
Per noi non cambia nulla che giochi a tre o quattro. "Sicuramente Cristiano, senz'ombra di dubbio". Sensazioni. "Se mi avessero detto che avrei vissuto queste esperienze non ci avrei creduto".

Ti piace questa: