Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Mer, Giugno 07, 2017
Finanza | da Norma Uva

Ben tornata Equitalia: dal primo luglio prelevamenti forzosi sui conti correnti

Ben tornata Equitalia: dal primo luglio prelevamenti forzosi sui conti correnti

La questione ha infiammato il dibattito politico con Beppe Grillo che ha sparato ad alzo zero sulla "fake news" di Renzi dell'eliminazione di Equitalia.

Questa possibilità era concessa in precedenza al solo ente accertatore, ossia l'Agenzia delle Entrate, mentre non ne aveva accesso quello addetto alla riscossione. La nuova Agenzia delle Entrate-Riscossione (l'erede di Equitalia) potrà procedere al pignoramento dei conti correnti in modo diretto, prendendo i soldi direttamente dalle banche, senza dover richiedere l'apposita autorizzazione al giudice. Ovviamente, l'abolizione di Equitalia "non comporta l'eliminazione di multe e contenziosi fra cittadini e amministrazioni, né uno stop al recupero dei crediti effettuato dallo Stato", anche se il Governo ha proceduto a un piano di "rottamazione delle cartelle esattoriali", di cui ha beneficiato un numero cospicuo di cittadini. Ma ci sono delle rassicurazioni, in quanto per tutelare la privacy, prima dell'incasso daranno inviati al contribuente avvisi e solleciti di pagamento. "Le case come le somme presenti sul conto corrente, quindi, potranno essere bloccate per saldare qualsiasi debito ipotizzato dal fisco poichè l'Agenzia delle Entrate ha il potere di gestire e verificare immediatamente le informazioni e a differenza di Equitalia non deve richiederle a terzi e impiegare qualche giorno prima di colpire le sue vittime".

Clima, Trump: Usa via dagli accordi di Parigi
Fino ad oggi è stato ratificato da 147 firmatari, inclusi gli Usa , dove l'accordo è entrato in vigore lo scorso novembre. La settimana scorsa Cohn ha detto che il punto di vista del presidente sul clima "è in evoluzione".

Tecnicamente la nuova Equitalia si trasforma in un ente pubblico economico e diventa strumentale all'Agenzia delle Entrate, di fatto con un ampliamento notevole dei poteri di riscossione.

A partire dal primo luglio tale procedura, già attiva, si velocizza e si semplifica ulteriormente. Dopodiché avrà 60 giorni di tempo per mettersi in regola pagando tutto il dovuto in un'unica soluzione, chiedendo di rateizzare l'importo oppure opponendo ricorso. Una volta trascorsi 60 giorni, in mancanza del pagamento, i funzionari dell'Agenzia potranno innescare il meccanismo per ottenere la somma e arrivare al pignoramento del conto corrente.

Amatrice, arriva il premier canadese Justin Trudeau
Qui, insieme alla moglie Sophie , ha deposto un mazzo di fiori al memoriale che ricorda le 249 vittime del terremoto. Prima un lungo abbraccio con il sindaco Sergio Pirozzi che però non è entrato rimanendo al di là delle transenne.

Dal prossimo primo luglio il pignoramento del conto corrente in presenza di debiti fiscali o cartelle esattoriali, diventerà più facile e veloce.

Marchionne si tiene Vettel. " Se l'auto gli piace resta"
E magari può mettere a posto qualche tassello del mercato. "Ora non resta altro da fare che aspettare domenica". Forse addirittura in Mercedes: si è parlato di un pre-accordo senza alcun valore .

Ti piace questa: