Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Ven, Giugno 09, 2017
Esteri | da Metrofane Nocera

Totò Riina, aperta l'udienza per la strage del treno 904

Totò Riina, aperta l'udienza per la strage del treno 904

Il boss mafioso Totò Riina si è presentato davanti ai giudici di Palermo in videoconferenza dall'ospedale di Parma per seguire l'udienza del processo sulla trattativa Stato-mafia ma come ieri (nel processo a Firenze sulla strage del treno 904) era disteso su una barella. Cianferoni, facendo piu' volte riferimento alle condizioni di salute del suo assistito - che ha preso parte al processo su una barella in videocollegamento dal carcere di Parma - ed ai suoi diritti.

Ben tornata Equitalia: dal primo luglio prelevamenti forzosi sui conti correnti
Dal prossimo primo luglio il pignoramento del conto corrente in presenza di debiti fiscali o cartelle esattoriali , diventerà più facile e veloce.

Il boss è imputato come mandante della strage che il 23 dicembre 1984 causò 16 morti e 260 feriti sul convoglio Napoli-Milano.

Vasco al lavoro, via alle prove per il concerto dei record
Aggiornamenti anche sul fronte del park: trovati 46.000 posti auto. Niente navette, niente autobus, niente taxi . Tragitto che sarà percorribile solo a piedi.

Nel 1989 vennero condannati all'ergastolo Pippo Calò, cassiere delle cosche palermitane, e Guido Cercola, mentre altri personaggi, alcuni legati alla banda della Magliana, furono condannati a pene inferiori. E' stata poi la Procura generale di Firenze a impugnare la sentenza di assoluzione.

Bankitalia: "Illusione soluzione problemi fuori dall'Ue. Lavoro questione centrale"
Visco inviterà a gestire i mesi (da quattro a nove) che ci separano dalle prossime elezioni politiche senza creare incertezze. I cambiamenti richiederanno tempo, impegno, sacrifici - aggiunge il governatore -.

Luca Cianferoni, il suo difensore di fiducia, non è ancora arrivato in aula e, per il momento, è sostituito dall'avvocato Valentina Ferri. "Crediamo che una persona come Riina - afferma la presidente dell'associazione dei familiari delle vittime Rosaria Manzo - non possa uscire dal carcere perché continua a essere pericoloso, si vedano le minacce a Don Ciotti e a Di Matteo".

Ti piace questa: