Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Sab, Luglio 08, 2017
Scienza | da Patrizio Marinaro

Nuova particella al CERN

Nuova particella al CERN

Xi è un barione, che ha al suo interno due quark pesanti, due quark charm (oltre a un quark up) ed è proprio questa caratteristica che rende la particella unica.

"È la prima volta che si osserva una particella simile: un barione con due quark pesanti", ha detto Donatella Lucchesi, ricercatrice dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e dell'università di Padova e membro della collaborazione Lhcb.

Modena Park, il giorno dopo. Il sindaco Muzzarelli in diretta Facebook
Una buona notizia del Vasco Day è che Mantova è fra le 197 sale che proietteranno in tutta Italia il maxiconcerto di questa sera. E una volta che arriveremo alla saturazione chiuderemo l'accesso al paese per evitare un sovraffollamento della piazza.

La particella Xi appena scoperta al Cern è già generosa di sorprese, al punto che i mattoni della materia che la costituiscono, i quark, potrebbero comportarsi come un sistema planetario in miniatura. I quark sono i componenti più piccoli finora conosciuti della materia e formano protoni e neutroni.

La particella Xi gli studiosi la stavano cercando da tempo. I barioni finora osservati avevano infatti al massimo un solo quark charm. A identificarla è stato l'esperimento LHCb che ora è diretto dal fisico italiano dell'Infn Giovanni Passaleva e l'annuncio ha aperto i lavori della conferenza dell'European Physical Society a Venezia. Cosa significa che ha due quark pesanti? L'importante è che le persone capiscano quanto da queste indagini, che sembrano arrovellarsi su ipotesi astruse, derivino la maggiore e miglior conoscenza del nostro universo, dell'infinitamente grande e dell'infinitamente piccolo, le risposte alle domande che l'uomo da sempre si pone e che ne governano la crescita, lo sviluppo, il progresso: chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo.

Nintendo Switch venderà più di Xbox One nel 2017, secondo Pachter
Un fenomeno che non sembra intenzionato a calare, stando a quanto scopriamo dalle ultime notizie in arrivo dal Sol Levante.

Ora, se ci siete fino a qui, possiamo discutere della teoria di cui si parla. Si tratta di una scoperta sensazionale che permette di comprendere a fondo una delle quattro forze fondamentali della natura, che viene comunemente denominata come forza forte. La forza nucleare forte, detta anche interazione forte, è quella che ci interessa, perché è trattata dalla cromodinamica quantistica, la teoria che la descrive.

Il barione Xi, rilevato in seno all'esperimento LHCb, deve la sua peculiarità alla presenza di un quark leggero e un doppio quark pesante (quark charm) nel suo 'cuore', ovvero particelle elementari che giocano un ruolo nella cosiddetta 'forza forte' o 'interazione nucleare forte', una delle quattro interazioni fondamentali della fisica (le altre tre sono la nucleare debole, la gravitazionale e la elettromagnetica) che può aiutarci a capire in che modo la materia si mantiene salda e coesa. Non sarebbe piacevole sapere che qualcuno va in giro a dire che il nucleo atomico è tenuto insieme grazie al Super Attack, e dopo il movimento dei terrapiattisti non ci sarebbe neanche da sconvolgersi.

MotoGp, Gp di Germania - Marquez beffa tutti sotto la pioggia
Alle sue spalle, allo scadere del tempo si è piazzato Pole Espargarò con la KTM , facendo esultare i suoi meccanici nei box. Domani previsto cielo coperto ma una scarsa possibilità di pioggia (solo il 20%) con minime e massime fra i 12 e i 21°C.

Ti piace questa: