Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Sab, Luglio 22, 2017
Finanza | da Norma Uva

L'ennesimo flop del Jobs Act, crollano i contratti stabili

L'ennesimo flop del Jobs Act, crollano i contratti stabili

Questo significativo aumento dei contratti a chiamata a tempo determinato - e in parte anche l'incremento dei contratti di somministrazione - può essere messo in relazione alla necessità delle imprese di individuare strumenti contrattuali sostitutivi dei voucher, cancellati dal legislatore a partire dalla metà dello scorso.

Inter, tre nomi per il dopo Perisic
Sennò lo prendi subito pagando tutto quello che c'è da pagare e poi ti rimangono in rosa tanti giocatori nello stesso ruolo. Siamo però soddisfatti di aver fatto queste cose. " Vidal? Anche lui mi piace tantissimo, interpreta le gare come Radja".

Roma (Adnkronos) - E' la fotografia scattata dall'Osservatorio sul precariato dell'Inps. Nel settore privato, nei primi cinque mesi del 2017 si registra infatti un saldo, tra assunzioni e cessazioni, pari a +729.000, superiore a quello del corrispondente periodo sia del 2016 (+554.000) che del 2015 (645.000). Il saldo annualizzato (vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi dodici mesi), a maggio 2017, risulta positivo e pari a +497.000. Come detto però tale risultato cumula la crescita tendenziale dei contratti a tempo indeterminato (+21mila), dei contratti di apprendistato (+48mila) e soprattutto dei contratti a tempo determinato (+428mila, inclusi i contratti stagionali e i contratti di somministrazione). Tra gennaio e maggio del 2017 si è registrata "un'ulteriore riduzione dell'incidenza dei contratti a tempo indeterminato sul totale delle assunzioni (25,9%) rispetto ai picchi raggiunti nel 2015 quando era in vigore l'esonero contributivo triennale per i contratti a tempo indeterminato" e per lo stesso periodo si registrava un 40,7% di nuovi contratti a tempo indeterminato. L'Inps ribadisce e precisa che "queste tendenze attestano il proseguimento della fase di ripresa occupazionale". Lo ha rilevato l'Inps, in un rapporto all'interno del quale è stato spiegato che "il maggior contributo è provenuto dalle assunzioni a tempo determinato (+23%), mentre sono diminuite quelle a tempo indeterminato (-5.5%)". In poche parole, secondo l'istantanea diffusa dall'Osservatorio Inps, solo un'assunzione su 4 è stabile. In forte calo a giugno le ore di cassa integrazione: - 50,7%. Il numero è inferiore del 36,7% rispetto al saldo positivo di 68.706 contratti stabili registrato nello stesso periodo del 2016. "Nello stesso mese sono state inoltrate 414 domande di disoccupazione e 481 domande di mobilità, per un totale di 96.632 domande". Nel 2016 i nuovi contratti, compreso le trasformazioni, erano stati 713.04 e 1.042.944 nel 2015.

Venezuela, al referendum popolare il 98% dei votanti contro Maduro
Il 30 luglio è prevista la votazione ufficiale sulla Costituente e si teme che gli scontri si intensificheranno. Due di queste successivamente sono morte.

Frecciarossa bloccato 3 ore in una galleria in provincia di Firenze
Nella tratta ad alta velocità Firenze-Milano, un Frecciarossa è rimasto bloccato per tre ore in una galleria del Mugello . La situazione è tornata alla normalità dopo tre ore, il treno guasto intanto è stato messo in riparazione.

Ti piace questa: