Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Gio, Agosto 03, 2017
Esteri | da Metrofane Nocera

Migranti, sequestrata la nave Iuventa: "Traffici Ong-Scafisti"

Migranti, sequestrata la nave Iuventa:

Il protocollo predisposto dal Viminale per controllare il traffico di migranti a bordo delle navi delle ong, firmato solo da tre organizzazioni, inizia a mostrare la propria efficacia.

Dopo che nella notte tra l'1 e il 2 agosto la nave era stata scortata fino al porto, Jugend Rettet aveva scritto sul proprio profilo Twitter che l'equipaggio era stato "sentito dai funzionari" di polizia "come avvenuto in altri recenti stop a Lampedusa" e che non aveva "informazioni sulle indagini nei nostri confronti da fonti ufficiali". I migranti vengono scortati dai trafficanti libici e consegnati non lontano dalle coste all'equipaggio che li prendono a bordo della Iuventa.

A Roma ultimo giorno con l'acqua
Abbiamo sette giorni per studiare e analizzare tutte le possibilità che abbiamo, affinché siano ridotti i disagi per i cittadini. Il problema c'è ed è grave. "Basta andare con una fotocamera a Bracciano per capire che sta accadendo l'inimmaginabile".

I controlli sulla "Iuventa" sono stati eseguiti da alcuni agenti e dal tenente di vascello Paolo Monaco, comandante dell'Ufficio circondariale marittimo di Lampedusa, che ne parla come di "un normale controllo dei documenti dell'equipaggio a della nave stessa".

L'inchiesta trapanese sulle navi delle Ong era stata resa nota lo scorso aprile. Così il procuratore aggiunto Ambrogio Cartosio dopo il sequestro della nave "Iuventa" della ong tedesca "Jugend Rettet". Il provvedimento nasce da una inchiesta avviata ad ottobre del 2016 che ha consentito - dice la Polizia di Stato - di raccogliere indizi sull'uso della motonave "Iuventa" per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Il fermo amministrativo e' stato disposto dal procuratore aggiunto Ambrogio Cartosio e dal sostituto procuratore Andrea Tarondo che da mesi indagano sui rapporti tra le ong che operano nel Mediterraneo e alcuni presunti scafisti. "L'unico ritorno possibile ed eventuale potrebbe essere solo di immagine e in termini di donazioni".

Afghanistan: esplode autobomba, ci sono almeno 35 vittime
Ancora sangue nel cuore dell'Afghanistan, alle prese da settimane con una violenta offensiva dei Talebani. Per il momento non ci comunicano rivendicazioni del sanguinoso attentato.

La Jugend Rettet è stata fondata nel 2015 da alcuni giovani dell'alta e media borghesia tedesca, che hanno deciso di dedicarsi al salvataggio dei migranti in fuga dalle guerre e dalla fame.

Bruxelles ha sostenuto il codice di condotta delle ong, ha dichiarato martedì il portavoce della Commissione europea per la migrazione e gli affari interni, Natasha Bertaud.

Mathias Vecino è dell'Inter: "Felice di essere qui"
L'Inter verserà nelle casse della società transalpina una cifra vicina ai 20 milioni più vari bonus, ai quali si aggiungerà anche una percentuale sulla futura rivendita del giocatore fissata, secondo le indiscrezioni che arrivano, al 20%.

"Sostenere che ci sia - ha continuato Cartosio nel corso della conferenza stampa di oggi - un piano coordinato tra Ong e trafficanti libici mi sembra fantascienza, anche perché le finalità sono umanitarie". "Si procede contro ignoti perché l'equipaggio cambia spesso e quindi occorrono accertamenti ulteriori". Non si tratta dunque di migranti 'salvati', ma recuperati, potremmo dire consegnati.

Ti piace questa: