Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Mer, Agosto 23, 2017
Sportivo | da Floriano Cerasuolo

Serie A, è già tempo di VAR, il primo episodio in Juventus-Cagliari

Serie A, è già tempo di VAR, il primo episodio in Juventus-Cagliari

A seguire, alle ore 20.45, sarà la volta del Napoli di Maurizio Sarri che, dopo aver impattato felicemente sul preliminare di Champions League contro il Nizza, sarà di scena in trasferta contro il neopromosso Verona.

Allegri 7: La Juventus riscatta la sconfitta in Supercoppa, con una convincente vittoria contro il Cagliari per 3-0. Non c'è bisogno dei nuovi per battere 3-0 il Cagliari: segnano Mandzukic, Dybala ed Higuain.

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Padoin (63′ Joao Pedro), Pisacane, Andreolli, Capuano; Faragò, Cigarini (82′ Dessena), Ionita; Barella; Farias, Cop (81′ Sau). Parte subito forte la Juventus, che va vicina al vantaggio con un calcio di punizione dello specialista Pjanic. Il team di Allegr controlla la partita senza difficoltà. Con il rammarico per i rossoblù del rigore sbagliato da Farias sull'1-0.

Bologna, Donadoni: "Pronti per riscattare il ko di coppa. Palacio c'è"
Il fallo capita e si può incorrere in un rosso ma per i cartellini rossi che abbiamo preso non devono più capitare. Dobbiamo pensare di più a giocare a pallone, eliminando proteste inutili o aggressioni eccessive all'arbitro.

La Juventus rischia di affondare contro il Cagliari ma il solito Buffon non si scompone, anzi para il primo rigore che è stato assegnato con il Var dall'arbitro Maresca. Impossibile dirlo, tutte le Juve sono diverse. Prima dell'intervallo, arriva il raddoppio con Dybala, lanciato a rete da un ottimo fendente di Pjanic. "Quando la squadra lavora assieme in fase difensiva è difficile che ci tirino in porta, invece nel precampionato abbiamo preso sempre gol e questo era un segnale che qualcosa non stava funzionando".

Certo è che alla prima vera occasione la Juve passa con Mandzukic dando l'impressione che la goleada della passata stagione (4-0) dovesse ripetersi.

Il match si chiude al 92'. Un diagonale sinistro di Higuain corona una meravigliosa azione di Khedira e Alex Sandro. Nuovi acquisti in campo solo nel secondo tempo: esordio assoluto per Matuidi a centrocampo e Douglas Costa al posto di Cuadrado. Certamente Allegri non potrà lamentarsi di quello che sta facendo la società, a lui adesso il compito di trovare il giusto mix tra tanti campioni. Allegri voleva orgoglio e umiltà, la Juve si è ripresa la testa della classifica con una prova di forza.

Arriva il nuovo sistema operativo Android e si chiama (forse) Oreo
Come ricorda Google non accadeva dal 1918, quindi non ci sarebbe stata occasione migliore per presentare il nuovo Android. Android 8 .0 Oreo migliorerà la fluidità generale del sistema e di conseguenza anche le prestazioni ne avranno beneficio.

A completare il quadro c'è il fattore Claudio Marchisio: la sua assenza per gran parte della scorsa stagione si è sentita eccome nello scacchiere bianconero ed il suo pieno recupero è fondamentale.

Una giornata per certi versi storica per la massima serie italiana.

Il caso Borriello ha scosso nelle fondamenta quella che era forse l'unica certezza di Rastelli, ovvero sopperire a una difesa tutt'altro che granitica sapendo di poter alzare di qualche metro il baricentro grazie a un attaccante capace di difendere il pallone e guadagnare fallo.

GDS - Napoli formato Champions: Espanyol matato e pubblico in estasi
NAPOLI (4-3-3): Reina; Maggio , Albiol , Koulibaly, Ghoulam; Allan , Jorginho , Hamsik; Callejón , Mertens , Insigne . Entrano Milik - che sfiora subito il gol - con Zielinski e Hysaj , pronto a riprendersi la fascia da titolare .

Infine anche i dubbi di modulo, che dovrebbero far migrare il posizionamento tattico della signora dal 4231 'liquido' dell'anno scorso a un più scolastico ma continentale 433.

Ti piace questa: