Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Sab, Settembre 23, 2017
Sportivo | da Floriano Cerasuolo

Rigoristi Milan, la scelta di Montella

Rigoristi Milan, la scelta di Montella

Come lavorare con il triplo impegno? Soprattutto gli attaccanti, cui si richiede precisione a livello risolutivo, devono essere freschi. Ogni scelta è ponderata in base all'aspetto fisico e all'avversario. Dobbiamo giocare con più continuità nell'arco dei 90 minuti per gli obiettivi dichiarati. Se Suso e Bonucci hanno problemi con il 3-5-2? La sconfitta subita all'Olimpico contro la Lazio rappresenta una caduta che ci può stare, forse solo le proporzioni del punteggio hanno reso il dato più allarmante di quanto non fosse. Suso non è un problema, adesso che sta per rinnovare sarà più sereno. A centrocampo, invece, ci sarà ancora Kessié che in queste prime uscite ha alternato prestazioni eccellenti a vistosi errori: "A volte dimentichiamo che è un 1997 - sottolinea Montella - e ci sta che un giocatore di vent'anni possa avere degli alti e bassi". Lo scorso anno la Serie A è stato il campionato europeo dove si è segnato di più, a dimostrazione di come la maggior parte delle squadre abbia perso qualcosa in termini di capacità difensiva: se il trend dovesse rimanere questo (l'anno scorso parecchi attaccanti insospettabili sono andati in doppia cifra), Andre Silva potrebbe portare parecchi +3 alle vostre squadre. Ci sono tanti giocatori giovani, per alcuni ci sono potenzialità enormi ancora inespresse. Kalinić ha dimostrato le sue qualità domenica e ha mostrato molto in fase realizzativa. Abate si avvicina più a Conti rispetto a Calabria per caratteristiche. "Scordatevi una squadra definitiva, non posso lasciare giocatori per strada".Così dopo la brillante prova di Vienna della scorsa settimana, si rivedrà in campo Calhanoglu, al posto di Bonaventura titolare con l'Udinese. Sono molto coordinati, equilibrati e si sono adattati subito bene al nuovo campionato. Se troverò il decimo modulo in dieci partite si...

Lazio, Inzaghi: "Al Milan ruberei solo Biglia"
La proprietà del Milan ha fatto un grandissimo mercato, sono arrivati grandissimi giocatori in ogni ruolo. ATTACCANTI - "Io Immobile l'ho voluto con tutte le forze, sapevo che ci avrebbe dato una grande mano.

Verdi, in serata di grazia, ha sfiorato il gol almeno tre volte prima di trovarlo con uno splendido tiro dalla distanza che ha battuto l'incolpevole Handanovic (32').

Xiaomi Mi Note 3
Il comparto fotografico è affidato ad un doppio sensore posteriore da 12 + 12 mega-pixel , uno Sony IMX386 e uno Samsung S5K3M3 . Attenzione però ai render, molto generosi, se così si può dire, nella riduzione delle cornici rispetto al loro reale spessore.

E infine un paragone con Dybala ed un curioso ricordo: "Dal primo momento mi ci rivedo un po' anche io in Dybala - ha detto Montella -, per movimenti. Mi fa piacere. Anche Lo Monaco a Catania mi disse che vide un calciatore identico a me, poi però lo comprò il Palermo".

Raiola non risparmia il Milan: "Non credo nel loro progetto"
Anche lo stesso Dybala potrebbe andare via. "Io lo vedrei bene al Barcellona, al Real Madrid o a Manchester, sia City che United". Il procuratore ha proseguito: "Ci era stato detto che la fascia da capitano sarebbe stata data a Gianluigi ma così non è stato".

Ti piace questa: