Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Lun, Novembre 20, 2017
Sportivo | da Floriano Cerasuolo

Assediato e quasi dimissionario. Il presidente Figc pronto a gettare la spugna

Assediato e quasi dimissionario. Il presidente Figc pronto a gettare la spugna

Malagò, inoltre, riavvolge il nastro e svela interessanti retroscena legati all'approdo di Ventura al timone dell'Italia: "Non ci fu la disponibilità di Donadoni, mentre il nome di Montella era in lizza prima che firmasse col Milan". "Tavecchio era anche molto preoccupato delle richieste economiche di Lippi". Lippi chiese di poter parlare con qualcuno di questi.

Maran: "Io e il Chievo poco pubblicizzati? Ci faremo pubblicità"
A centrocampo si va verso la conferma del trio Castro-Radovanovic-Hetemaj, mentre Birsa sarà a sostegno dele due punte. Oggi la nazionale, anche grazie al mio lavoro, è formata e sta ottenendo i risultati sperati.

Malagò a Che Tempo che Fa: "Tavecchio?". Io ho sempre rispettato la responsabilità soggettiva delle persone, qui si va sul campo della coscienza o, come qualcuno ha detto, della dignità. Sarebbe un bene anche per lui, umanamente. È quanto afferma Carlo Tavecchio, presidente della Federcalcio in una intervista che andrà in onda domenica 19 novembre "Le Iene" su Italia 1 parlando della mancata qualificazione ai Mondiali di calcio di Russia 2017 della Nazionale Azzurra allenata dall'ormai ex Ct Gian Piero Ventura. Carlo Tavecchio ha esonerato Ventura nei giorni scorsi e potrebbe dimettersi nel corso del prossimo Consiglio Federale in programma domani. C'è un discorso di riforma di campionati, abbiamo più squadre professionistiche di tutti. "Potrebbe essere interessato con una situazione ambientale diversa". Lo scrive Repubblica secondo cui, assediato da tutte le parti, il numero uno della Figc starebbe pensando di gettare la spugna.

Elezioni regionali Sicilia, arrestato un candidato M5S
Ad incastrare La Gaipa ci sarebbero delle registrazioni, fatte dalle vittime nel corso di alcuni colloqui. Nutro una passione profonda, consolidata nel nostro territorio, per l´ arte antica.

"Fratelli d'Italia" di Mameli diventa ufficialmente l'inno nazionale
Fratelli d'Italia ebbe la meglio su "Va Pensiero", dal Nabucco di Giuseppe Verdi, alternativa proposta dalla Lega Nord. La musica fu composta, invece, da Michele Novaro nel mese di novembre dello stesso anno.

Ti piace questa: