Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Mer, Dicembre 06, 2017
Esteri | da Metrofane Nocera

Mafia, "scacco" ai mandamenti di Palermo: 25 arresti

Mafia,

Cosa nostra non tollera "sgarri" al "codice etico" e stava per tornare a uccidere. La "padrona" del clan, una parola che emerge dai verbali, era Mariangela Di Trapani, figlia e sorella dei boss Cicco e Nicolò Di Trapani e moglie del boss Salvino Madonia che uccise Libero Grassi.

L'indagine contro i due influenti mandamenti ha permesso di ricostruire gli assetti e le dinamiche criminali delle cosche mafiose di San Lorenzo, Partanna Mondello, Tommaso Natale e Pallavicino/Zen (tutte appartenenti al mandamento di San Lorenzo) e della cosca di Resuttana (facente invece parte dell'omonimo mandamento unitamente ai clan di Acquasanta e Arenella).

Renzi condanna squadristi. Salvini: "Problema sei tu"
Durante l'ospitata a 'L'aria che tira', la presidente di Fratelli d'Italia ha detto che 'la violenza non è oggettivamente quello che ieri si è visto a Como...'.

È una delle accuse contestate ai 25 indagati oggetto di un provvedimento restrittivo emesso dal Gip del Tribunale di Palermo, eseguito dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Palermo, su delega della Procura distrettuale.

L'inchiesta che ha portato all'attuale arresto, avrebbe evidenziato forti elementi a carico della donna, che secondo gli inquirenti avrebbe assunto attualemente un ruolo dominante nella gestione degli affari di famiglia. L'uomo, grazie alla moglie finita oggi in manette, dal carcere duro continuava a gestire gli affari di famiglia e si serviva della moglie per fare arrivare gli ordini ai suoi prestanome, per la gestione di un patrimonio milionario. Già nel 2008 era stata arrestata in seguito alle dichiarazioni di alcuni pentiti, che ne avevano indicato il ruolo di punta.

[IAM] - Serie A, Juventus-Crotone 3-0: i calabresi resistono per un tempo
QUI JUVENTUS - Tanti cambiamenti per Allegri dopo la sfida con il Barcellona e in vista dello scontro diretto con il Napoli . Manca pochissimo all'inizio del match valido per la 14° giornata di Serie A (fischio d'inizio ore 20.45).

Operazione antimafia stamattina all'alba a Palermo. A salvargli la vita sarebbe stata la mediazione dei vertici mafiosi del clan di Porta Nuova.

Dall'indagine emerge tra l'altro come Cosa nostra, per quanto indebolita dai risultati investigativi e giudiziari, mantenga la capacità di intimidazione e controllo del territorio riuscendo ancora a costringere i commercianti ad accettare l'imposizione del pizzo.

POZZUOLI/ Arriva il reddito di inclusione: ecco come richiederlo
Per questa misura nell'anno sono stati stanziati nella legge di Bilancio all'esame del Parlamento due miliardi. Finora invece l'uso è stato vincolato sempre ad acquisti nei supermercati, negli uffici postali e in farmacia.

Ti piace questa: