Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Ven, Dicembre 15, 2017
Sportivo | da Floriano Cerasuolo

"Condotta antisportiva", multa e un turno di squalifica per Ciro Immobile


Dopo le polemiche per l'arbitraggio di Lazio-Torino, e lo scandalo del rigore non concesso alla Lazio, il Giudice Sportivo ha reso note le sue decisioni per quanto riguarda la sedicesima giornata di Serie A.

L'espulsione rimediata presenta dei contorni ancora poco chiari: una dinamica confusa, incomprensibile ed immotivata, con l'astuto Burdisso che quasi quasi sembra cercare proprio lui il contatto con la punta biancoceleste, per poi lasciarsi miseramente cadere a terra.

Persona dell'anno 2017: il Time sceglie le "Silence Breakers" del movimento #MeToo
Ma anche che apre una stagione difficile, nella relazione uomo-donna, in cui prevarranno diffidenza, incomprensioni, fraintendimenti.

Sebbene sia stata formulata, il giorno seguente al fatto incriminato, apposita richiesta da parte della società del patron Lotito, con la quale si chiedeva l'esame delle immagini televisive, secondo le disposizioni di cui all'art.

Il giudice sportivo, quindi, ha ritenuto che "la condotta del calciatore Immobile, pur certamente antisportiva, non assuma connotati di particolare gravità, alla stregua anche della scarsa intensità del contatto effettivo e dell'assenza di ogni qualsivoglia conseguenza (come da referto ed integrazione del direttore di gara)". In ogni caso, Immobile salterà per squalifica la sola partita contro l'Atalanta in programma domenica a Bergamo.

Avvelenati dal tallio: arrestato un 27enne parente delle vittime
Sarebbe lui quindi, il presunto autore dell'avvelenamento da metallo pesante di un'intera famiglia di Nova Milanese . A tradirlo però sono state le e-mail salvate nella cartella bozze, l'unica che non era stata ripulita dal ragazzo.

DE ROON Marten Elco (Atalanta): per comportamento scorretto nei confronti di un avversario; già diffidato (Quinta sanzione). La Lazio dovrà invece pagare una multa complessiva di 8mila euro: 5mila "per non aver impedito l'ingresso di persone non autorizzate nella zona antistante gli spogliatoi che, con riguardo particolare ad una persona, assumevano anche un atteggiamento offensivo nei confronti del Var" e i restanti 3mila per "cori ingiuriosi nei confronti del direttore di gara" da parte dei tifosi.

Pietro Grasso: "Fare politica è un onore. Vi presento la nuova sinistra"
C'è in gioco il futuro dell'Italia e questa è la nostra sfida: "battersi perché tutti, nessuno escluso, siano liberi e uguali ". Mentre l'assemblea esplodeva in un interminabile applauso ci tornava a mente quanto scritto da Giuliano Ferrara sul Foglio.

Ti piace questa: