Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Sab, Dicembre 16, 2017
Finanza | da Norma Uva

Pensioni, il Governo mette lo "sconto" all'Ape sociale e ai lavoratori precoci

Pensioni, il Governo mette lo

Riteniamo, che l'esecutivo Gentiloni si è mosso in perfetta linea con quanto stabilito da quello che lo ha preceduto: "del resto, non c'è molto da meravigliarsi, visto che i ministeri, tranne quello dell'Istruzione assegnato alla senatrice Valeria Fedeli, peraltro con risultati disastrosi, hanno tutti visto confermare nei due governi lo stesso titolare".

"Accogliamo con favore alcune novità introdotte dal Governo con l'emendamento alla manovra in merito ad Ape sociale e precoci - dichiara il segretario confederale della Cgil, Roberto Ghiselli - ma permangono forti criticità".

E' stato ufficializzato ieri in Gazzetta Ufficiale, con il decreto del Ragioniere dello Stato insieme al Direttore generale delle Politiche presidenziali e assicurativi del Ministero del Lavoro: per il biennio 2019-2020 i requisiti per andare in pensione si alzano di cinque mesi.

Fiorentina, senti Sportiello: "Personalità giusta. Ho fatto il mio dovere"
Il calendario? Pensiamo di partita in partita, in Coppa Italia abbiamo la possibilità di passare il turno. Cosi' il portiere gigliato, Marco Sportiello , nel post gara di Napoli-Fiorentina terminata 0-0.

Ormai manca poco per l'approvazione della Legge di Bilancio 2018, al cui interno saranno inserite le novità sulla riforma pensioni di cui negli scorsi mesi si è a lungo discusso.

Lavoratori precoci. Sono lavoratori precoci che hanno versato 12 mesi di contributi prima dei 19 anni.

Dopo l'acceso dibattito, lo scontro con i sindacati e la notizia ufficiale dell'aumento dell'età pensionabile a 67 anni dal 2019, il Governo intende introdurre correttivi alle misure di pensione anticipata attualmente previste per evitare di penalizzare chi svolge i lavori più pesanti. Restano esclusi dalla normativa i lavoratori impegnati in 15 categorie di lavori gravosi.

Chiara Ferragni e Fedez si sposano a Noto

Proprio sul fronte dell'Ape sociale le novità potrebbero non essere finite, con il Governo che sta valutando la possibilità di prorogare la misura oltre il 2018.

Alle undici categorie di lavori gravosi, individuate inizialmente, con l'emendamento depositato ieri ne sono state aggiunte altre quattro: si tratta dei siderurgici di prima e seconda fusione e lavoratori del vetro addetti a lavori ad alte temperature non già ricompresi nel perimetro dei lavori usuranti, degli operai dell'agricoltura, della zootecnia e pesca, dei marittimi imbarcati a bordo e personale viaggiante dei trasporti marini ed acque interne e dei pescatori della pesca costiera, in acque interne, in alto mare dipendenti o soci di cooperative.

La platea di coloro che potranno accedere all'Ape sociale e alla Quota 41 dei precoci si amplierà a partire dal 2018.

Mafia, "scacco" ai mandamenti di Palermo: 25 arresti
Già nel 2008 era stata arrestata in seguito alle dichiarazioni di alcuni pentiti, che ne avevano indicato il ruolo di punta. A salvargli la vita sarebbe stata la mediazione dei vertici mafiosi del clan di Porta Nuova .

Ti piace questa: