Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Sab, Dicembre 23, 2017
Esteri | da Metrofane Nocera

Biancavilla, morti sospette in ambulanza per guadagnare sui funerali: un arresto

Biancavilla, morti sospette in ambulanza per guadagnare sui funerali: un arresto

All'uomo, ritenuto anche vicino al clan Mazzaglia-Toscano-Tomasello, vengono contestati tre omicidi volontari commessi, uno l'anno, dal 2014 al 2016, iniettando aria nelle vene di malati terminali mentre li stavano trasferendo dall'ospedale di Biancavilla a casa procurando loro la morte per embolia gassosa. È l'inumana tecnica contestata dalla Procura di Catania al barelliere Davide Garofalo, 42 anni, arrestato dai carabinieri per omicidio volontario aggravato dall'avere favorito la mafia. I malati terminali venivano uccisi su un'ambulanza, iniettando loro dell'aria nel sistema sanguigno, e poi i corpi "venduti" per 300 euro alle agenzie di onoranze funebri. Le vittime sono una donna e un uomo molto anziani, e un 55enne deceduto nel 2015.

L'Inter batte la Juve: preso De Vrij
E' esploso durante il Modiale 2014 in Brasile, sotto la guida tecnica di Louis Van Gaal. L'intesa con De Vrij è totale: ingaggio da 3,5 milioni di euro a stagione più bonus.

Nel provvedimento del Gip di Catania che ha emesso l'ordinanza di arresto si sottolinea come l'uomo abbia commesso i reati "con l'aggravante di aver agevolato le attività illecite sia dell'associazione di tipo mafioso operante in Biancavilla e storicamente denominato clan Mazzaglia-Toscano-Tomasello, sia dell'associazione di tipo mafioso operante in Adrano denominato clan Santangelo". Nell'inchiesta sono coinvolti altri due barellieri, indagati per episodi simili. La Procura nell'inchiesta sulle morti sospette ha sequestrato atti relativi ad una cinquantina di casi, le cui responsabilità si sono concentrate in dieci decessi. Lo ha detto il procuratore aggiunto Francesco Puleio in conferenza stampa. I casi sarebbero iniziati nel 2012 a ll'insaputa dell'ospedale e dei medici. Le prime luci sulla vicenda si accesero con le dichiarazioni di un collaboratore di giustizia a Le Iene, nel maggio scorso, parole poi cristallizzate in un dettagliato resoconto della dinamica fatto in Procura dallo stesso individuo. Nell'immediatezza delle rivelazioni, i Carabinieri della compagnia di Paterno', su delega dei magistrati della Dda etnea, acquisirono cartelle cliniche nell'ospedale.

Tornano Holly e Benji: pronta una nuova serie!
Torneranno, dunque, anche gli altri personaggi del cartone degli anni Ottanta, come Tom Becker, Bruce Harper e Mark Landers . Si vocifera, però, di un possibile inserimento di star del calcio di oggi come Messi o Ronaldo.

"La gente non moriva per mano di Dio", spiegò allora il collaboratore, ma per "guadagnare 300 euro, invece di 30 o 50". I parenti non si accorgevano di nulla.

Papa Francesco 81 candeline. "Non rattristate i bambini"
Tutti gli ingredienti scelti sono rigorosamente biologici, largo alla frutta di stagione e alle spezie del Sud del mondo. Ogni volta aspettiamo, trepidanti, il regalo più bello: il "suo" feedback sul gradimento del dolce".

In seguito, approfittando del momento di grande dolore, proponevano l'intervento di un'agenzia di onoranze funebri che "gli facevano un regalino", ammontante a 300 euro a salma, racconta il pentito, che prosegue: "Erano i boss a mettere gli uomini sull'ambulanza".

Ti piace questa: