Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Mer, Dicembre 27, 2017
Esteri | da Metrofane Nocera

Grande maestro della cucina

Grande maestro della cucina

È morto Gualtiero Marchesi, chef italiano tra i più famosi al mondo, il primo in Italia a ottenere le tre stelle Michelin nel 1986. La notizia della sua scomparsa è stata resa nota da fonti vicine alla famiglia.

Titolare del ristorante 'Il Marchesinò, aveva ricevuto numerosi riconoscimenti e onorificenze.

Figlio di ristoratori e grande appassionato d'arte, Gualtiero Marchesi non è stato solo un cuoco di elevato spessore: nella sua figura si incarnavano alla perfezione l'attaccamento tutto italiano alle proprie tradizioni (prime fra tutte quelle della sua Milano) e il gusto per l'innovazione, per la novità, l'esperimento, generato da un'innata versatilità nell'assemblaggio delle ricette.

Papa Francesco 81 candeline. "Non rattristate i bambini"
Tutti gli ingredienti scelti sono rigorosamente biologici, largo alla frutta di stagione e alle spezie del Sud del mondo. Ogni volta aspettiamo, trepidanti, il regalo più bello: il "suo" feedback sul gradimento del dolce".

La data dei funerali sarà comunicata il 27 dicembre pomeriggio. 'La cucina italiana saluta l'uomo di cultura, l'imprenditore, uno spirito libero arguto e coraggioso'.

'Una cucina basata sull'essenzialità e sull'eleganza'. Nel maggio 2017 viene presentato in anteprima al Festival di Cannes il film documentario sulla sua vita intitolato 'Marchesi: The Great Italian'.

Aveva la cucina nel suo Dna. Lì, nella cucina del suo ristorante, avrebbe ideato negli anni piatti iconici dell'alta ristorazione italiana: il Risotto oro e zafferano, il Raviolo aperto, il Dripping di pesce, gli Spaghetti al caviale, erba cipollina.

Inter, Pastore si avvicina: "Contatto con i nerazzurri"
Volevo giocare di più e adesso sta succedendo: "queste sono decisioni del mister, io devo fare solo del mio meglio per scendere in campo il più possibile".

La sua formazione professionale inizia al Kulm di St. Moritz e alla scuola alberghiera di Lucerna in Svizzera (1948- 1950). Rientra in Italia e rimane a lavorare per alcuni anni presso l'albergo di famiglia. Nel 1991 il presidente della Repubblica Francesco Cossiga lo nomina 'Commendatore'. Non si tratta del solo riconoscimento di tale prestigio: nel gennaio 2009 Marchesi riceverà a Madrid il Grembiule d'oro insieme ad altri dieci cuochi internazionali che hanno influenzato la cucina dell'ultimo decennio. Il grande chef se ne è andato ma, probabilmente, consapevole di aver inaugurato una straordinaria stagione di talenti gastronomici che lo hanno visto e continueranno a vederlo come maestro ed esempio.

Era stato contestato Marchesi, per questo suo "ripiegarsi" alla catena di fast food più rinomata al mondo, dove il cibo è standardizzato e omologato per eccellenza. Tra i suoi allievi Carlo Cracco, Ernst Knam, Antonio Poli, Davide Oldani e Daniel Canzian, l'unico ad aver coperto anche il ruolo di executive chef del Gruppo Marchesi.

Nel 2008 lo chef non ebbe nessun timore nel contestare il metodo di attribuzione delle stelle da parte della guida Michelin.

Gestione debito pregresso Roma, Raggi si propone a Gentiloni
Così Virginia Raggi , sindaco di Roma , che ha ricordato la regola dei due mandati elettivi in vigore nel Movimento Cinque Stelle .

Ti piace questa: