Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Sab, Marzo 31, 2018
Esteri | da Metrofane Nocera

Via Crucis al Colosseo. Le due parole del Papa: vergogna e speranza

Via Crucis al Colosseo. Le due parole del Papa: vergogna e speranza

I testi delle meditazioni sulle quattordici stazioni del rito della Via Crucis quest'anno sono stati scritti per la prima volta da quindici giovani tra i 16 e i 27 anni del liceo classico Albertelli di Roma. E allora mi sono domandata: chi sono oggi i calpestati nel loro essere donne e uomini?

A questi due sentimenti si accompagna la speranza, "scintilla" che si accende dalla consapevolezza "che la tua unica misura di amarci - dice Papa Francesco a Dio - è quella di amarci senza misura".

Mastella ferito in incidente: 'Ho visto la morte con gli occhi'
L'auto di Mastella , alla cui guida c'era il consigliere comunale Parente, si e' scontrata con un'auto guidata da una donna. Il politico, 71 anni, ha riportato una lesione a una mano e le sue condizioni non destano preoccupazioni .

Sempre rivolgendosi a Dio, il Papa ha espresso speranza anche perché tanti giovani "continuano a consacrarti le loro vite divenendo esempi vivi di carità e di gratuità in questo nostro mondo divorato dalla logica del profitto e del facile guadagno; la speranza perché tanti missionari e missionarie continuano, ancora oggi, a sfidare l'addormentata coscienza dell'umanità rischiando la vita per servire te nei poveri, negli scartati, negli immigrati, negli invisibili, negli sfruttati, negli affamati e nei carcerati".

"Speranza - ha spiegato il Papa - perché dalla tua croce, frutto dell'avidità e codardia di tanti dottori della Legge e ipocriti, è scaturita la Risurrezione trasformando le tenebre della tomba nel fulgore dell'alba della Domenica senza tramonto, insegnandoci che il tuo amore è la nostra speranza".

Rogo Siberia, bilancio morti sale a 53
Le squadre dei vigili del fuoco sono riusciti a spegnere completamente il rogo solo 12 ore di intenso lavoro. Le cause del rogo sono ancora tutte da stabilire. "E perché? A causa di negligenza criminale e sciatteria".

Roma si prepara alla Settimana Santa e agli appuntamenti religiosi che la coinvolgono come la suggestiva Via Crucis presenziata da Papa Francesco al Colosseo e la benedizione Urbi et orbi in piazza San Pietro. Al suo arrivo il Papa ha salutato anche il nuovo vicario di Roma, monsignor Angelo De Donatis, che ha poi raggiunto l'interno del Colosseo da dove è partita la Via Crucis, per portare personalmente la croce alla prima stazione. All'Anfiteatro Flavio, dalle 21:15, papa Francesco celebrerà la Via Crucis e al termine della solenne cerimonia parlerà ai fedeli.

Simbolicamente Bergoglio ha voluto che tra i portatori della Croce ci fossero tre religiosi iracheni - padre José, dei Trinitari, con suor Leya e suor Genevieve, domenicane di Santa Caterina da Siena, i francescani da Gerusalemme, frate Antonio e frate Elivano, e ancora una famiglia dalla Siria: Riad Sargi e Rouba Farah con i loro tre figli.

Esplosione a Catania: 3 vittime, 2 sono vigili del fuoco
La causa probabilmente è da ricercare nell'appartamento dove sono state trovate e sequestrate tre bombole di gas Gpl . Illeso, ma sotto shock, il quinto componente della squadra dei Vigili del Fuoco travolta dalla deflagrazione.

Massiccia, infine, la presenza delle forze dell'ordine, circa 10mila gli agenti in strada. Rafforzati anche i controlli negli stabili occupati da migranti e attivate oltre cento telecamere per monitorare l'area compresa tra il Colosseo e il Vaticano.

Ti piace questa: