Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Mer, Aprile 11, 2018
Sportivo | da Floriano Cerasuolo

Real Madrid-Juventus, Zidane sull'attenti: "Qualificazione ancora aperta…"

Real Madrid-Juventus, Zidane sull'attenti:

Queste le parole del tecnico francese nella conferenza stampa di presentazione.

Il 3-0 dell'andata? "Non cambia niente, domani è un'altra partita, sarà diversa, c'è il 50% del quarto di finale ancora tutto da giocare". Nella Liga non ha lo stesso passo e l'allenatore fatica a individuare i motivi: "Non ho una risposta, noi stagione dopo stagione diamo tutto in ogni competizione".

Governo, Berlusoni-Salvini-Meloni: "Premier sia espressione partiti centrodestra"
Lo dice in una nota congiunta la coalzione di centrodestra ( Forza Italia , Lega e Fratelli d'Italia ) al termine del vertice di Arcore .

Ecco allora il video della straordinaria rovesciata di Cristiano Ronaldo, che ha lasciato il mondo a bocca aperta:Il campione portoghese non è nuovo a queste giocate.

Com'è lo stato d'animo dei calciatori, ci credete? E il mio ricordo piu' bello resta quello della vittoria della Liga. In Champions il nostro cammino è impressionante, questo è vero. Non tanto per un discorso qualificazione, ma soprattutto per quello che, come detto sopra, può rappresentare per lui. Adesso stiamo anche giocando bene, siamo più costanti nelle nostre prestazioni. "È una possibilità ma non è una cosa che mi deprime o mi suscita pensieri negativi".

Zuckerberg testimonierà al Congresso
Per la prima volta dal 2015 Facebook sta aggiornando in modo consistente le condizioni d'uso e la normativa sull'uso dei dati dei suoi utenti.

La prima impegnata nel ritorno dei quarti di finale sarà la Roma, che stasera giocherà in uno Stadio Olimpico tutto esaurito: probabilmente verrà stabilito il record d'incassi per la società. Dobbiamo rispettare tutte, nel calcio. Il vantaggio è arrivato dopo appena 3 minuti, con un gol di Cristiano Ronaldo. Noi dobbiamo fare una grande partita, dobbiamo venire fuori con delle certezze per cancellare il 3-0 dell'andata. E' una grande persona e un grande giocatore. L'importante è che non sia l'ultima partita di Champions per la Juventus.

In chiusura: "Ci manca solo una finale: domani". E così non si molla mai. Non deve fare nulla in più rispetto a quanto fatto finora, deve rispettare compagni e avversari.

Fiorentina a Udine nel ricordo di Astori
Il più delle volte per uscire da questi cicli basta un punto, un risultato positivo per rompere l'incantesimo. Stiamo raccogliendo quello che abbiamo provato a seminare prima.

Altrettanta perfezione servirà alla Juventus mercoledì 11 aprile, sempre alle 20.45: i bianconeri tenteranno l'impresa al Santiago Bernabeu di Madrid contro il Real senza il loro fantasista Paulo Dybala, espulso nella gara di andata.

Ti piace questa: