Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Mer, Aprile 11, 2018
Sportivo | da Floriano Cerasuolo

Voti Roma-Barcellona 3-0, clamoroso all'Olimpico: giallorossi in semifinale!

Voti Roma-Barcellona 3-0, clamoroso all'Olimpico: giallorossi in semifinale!

È la notte più grande della storia della Roma, forse.

Il primo squillo della gara è targato Barcellona, con Messi che recupera il pallone e allarga per Sergi Roberto: lo spagnolo calcia da posizione defilata, ma Alisson non si fa sorprendere e blocca con facilità (3′).

Chiude Auchan Catania, 108 a casa: "Trattati in modo vergognoso"
Auchan chiude a Napoli e Catania: l'ipermercato è stato venduto ai francesi di Sole 365 senza che i sindacati venissero avvisati. Il presidio all'ipermercato di via Argine intanto prosegue ad oltranza.

I balugrana hanno fallito il (più o meno agevole) compito di conservare il 4-1 dell'andata, concedendo così ai giallorossi una qualificazione storica.

La Roma ce l'ha fatta, la Roma c'è riuscita. Ma la speranza che questa bella sera della primavera romana fosse quella del ribaltone più clamoroso, s'è appena alzata ancora più su. Ha spazzato via il Barcellona, annichilito ben oltre il punteggio finale e sovrastato nel gioco, nelle idee, nei muscoli. "Non ci siamo mai sentiti in partita, dopo il secondo gol c'era sempre l'impressione potessero segnare il terzo e così è stato".

Barcellona-Roma: Pellegrini e Nainggolan verso il recupero. Out Under
Per il resto, nessun dubbio: Dzeko centravanti, Florenzi , Manolas, Fazio e Kolarov davanti ad Alisson . L'Inter , nella scorsa sessione estiva di mercato, ha provato a portare a Milano Radja Nainggolan .

Parte a razzo la Roma che dopo sei minuti passa in vantaggio con Dzeko che, lanciato da De Rossi, aggancia e da pochi metri batte Ter Stegen. Tutti impazziti, tranne Di Francesco che predica calma. E ha convinto Nainggolan e Schick, al debutto in Champions seguirlo nell'aggressione continua dalla metà campo in su. Con un Dzeko stratosferico, un Manolas omerico e un Di Francesco che ha trasformato il sogno in realtà. Il centravanti, già al 6° gol in questa edizione (superato Pruzzo che si fermò a 5), ha detto no a gennaio al Chelsea, proprio come fece Manolas a giugno con lo Zenit. Edin Dzeko è raggiante al termine dell'impresa della Roma. Al 64' girata di Nainggolan bloccata da Ter Stegen. I catalani si scoprono improvvisamente timorosi e accorti: tiki taka addio e lanci lunghi che Fazio e Manolas controllano abilmente. Serve un altro gol per il miracolo romano. Poi il Barça ci ha messo del suo, entrando in campo nella peggior maniera possibile: svogliati davanti, con Messi che passeggiava in fuorigioco, e svagati dietro, con Ter Stegen e retroguardia intera in bambola in occasione della prima rete. Il resto è festa, dentro e fuori dallo stadio.

Gli altri due quarti di finale di Champions League si giocheranno domani, mercoledì 11 aprile, e saranno Real Madrid-Juventus e Bayern Monaco-Siviglia. I Reds, che nel match di andata avevano vinto 3-0, vanno in semifinale.

Fiorentina a Udine nel ricordo di Astori
Il più delle volte per uscire da questi cicli basta un punto, un risultato positivo per rompere l'incantesimo. Stiamo raccogliendo quello che abbiamo provato a seminare prima.

Ti piace questa: