Ultimo
Raccomandato
Pubblicato: Ven, Aprile 13, 2018
Esteri | da Metrofane Nocera

M5S insiste: mai con FI

M5S insiste: mai con FI

"Siamo andati dal capo dello Stato con Berlusconi e Meloni e i nostri capigruppo per esprimere in modo ancora più forte l'unità di intenti e di programma della coalizione che ha vinto le elezioni", ha continuato Salvini.

La scelta di chi si batte contro gli sconti di pena e contro il rito abbreviato è un segnale di buona volontà verso il Movimento 5 Stelle, che lo ha votato, e di allontanamento da Forza Italia.

Ballando con le stelle: fratelli Gargarelli
Lei non ha dubbi: "Continuerò a parlare per me, per quelle donne che non ci sono più e per quelle che non escono di casa per la paura".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. "Salvini non lo capisco - ha dichiarato il leader M5S -". A margine dell'incontro la capogruppo FI alla Camera, Maria Stella Gelmini, ha sottolineato che un accordo tra la coalizione del centrodestra e il Movimento 5 stelle per il governo si potrà fare "solo se ci sarà una dichiarazione di riconoscimento di pari dignità di tutte le forze del centrodestra da parte del M5s, Forza Italia e Berlusconi".

A darne notizia è lo stesso Di Maio in un post pubblicato sul blog delle stelle. Certo un po' pesa la crisi siriana, che ha fatto prepotentemente irruzione in questi colloqui con il presidente Mattarella, ma quel che più influisce è il passare del tempo che non dà soluzioni ma che, quando non ingarbuglia, frena e pone tutti in un pantano. Tutto questo, dovrà avvenire nel più stretto riserbo. Così Maurizio Martina, al termine delle consultazioni al Quirinale con la delegazione Pd. "Però prendiamo atto oggi che ancora una volta Matteo Salvini e la Lega ci propongono lo schema del centrodestra che è un ostacolo al governo del Paese".

Chiude Auchan Catania, 108 a casa: "Trattati in modo vergognoso"
Auchan chiude a Napoli e Catania: l'ipermercato è stato venduto ai francesi di Sole 365 senza che i sindacati venissero avvisati. Il presidio all'ipermercato di via Argine intanto prosegue ad oltranza.

"Ribadiamo: mai un governo con Berlusconi". Per ora resta l'obiezione a un premier che non sia il leader M5s, anche se su questo punto si lavora per smussare molti spigoli, aprendo ad altre soluzioni, compresa quella dell'incarico a Matteo Salvini. "Speriamo non sia così per l'Italia, per noi è il valore più grande", spiega il leader della Lega. "Mi raccomando.fate i bravi e sappiate distinguere i veri democratici da chi non conosce l'abc della democrazia...", dice poi ai giornalisti. Durissimo l'attacco ai Cinquestelle di Berlusconi, "posizione personale" si è affrettata a chiarire la Lega. "C'è una situazione allarmante di ordine pubblico in alcuni territori della provincia di FoggIa e di Bari, c'è una gestione pessima - ha aggiunto - per quanto riguarda la sanità in Puglia, con presidi che chiudono invece di crescere".

Noi abbiamo un programma di 20 punti per la qualità della vita degli italiani che non può essere definito né di destra né di sinistra, ma di straordinario buonsenso. Ma non è detto che Mattarella acconsenta a lasciar finire nel nulla anche questa seconda consultazione: ascolterà i suoi interlocutori e deciderà come procedere.

Sampdoria, Giampaolo: "Cinque giorni fa ci davate per morti. Domani valuto Quagliarella"
Per gli attaccanti esistono momenti in cui nonostante si dia tutto la palla non va dentro. Ha personalità, qualità e mi sembra una squadra consapevole delle proprie potenzialità.

Ti piace questa: